[95] Vitalitá del nostro secolo. – 23, 7, 1957 ( Giorgio Colli – LA RAGIONE ERRABONDA) Adelphi

Duplice vitalità: politica e culturale.
La prima è evidente nelle guerre e nella capacità e nella capacità di recupero di esse. La specie umana, che pure presenta così gravi segni di esaurimento, è tuttavia ben lungi dall’essere totalmente estenuata, senza possibilità di ripresa.
Segni di vitalità animale e politica: crudeltà delle guerre; potenza produttiva nella sfera economica; ideale di un corpo bello e forte (competizioni sportive); decadenza delle religioni pessimistiche (travestimento ottimistico del cristianesimo, per mantenersi in vita).
Vitalità culturale, notevole soprattutto nel secolo scorso, ma dilapidata per mancanza di società culturale, e per il dominio assoluto dello Stato sulla cultura, il quale impedisce questa societ e isola totalmente l’individuo di cultura, sottomettendone a sé l’esistenza. La vitalità culturale si mantiene, si alimenta e si potenzia nel suo ambiente naturale, che è una società culturale (la fisica odierna, che è l’unico aspetto culturale abbastanza vivo, si sviluppa attraverso una vita associata, tuttavia sotto il controllo spietato dello Stato). L’attuale situazione si è instaurata con la Rivoluzione francese, ed è andata peggiorando. Reclutamento culturale allargato, con il risultato di creare un gran numero di falliti, di rendere assai più difficilmente riconoscibili i veri uomini di cultura, e anche di allargare quantitativamente i fermenti di cultura, destinati tuttavia ad estinguersi, perché privi dell’appoggio di una società culturale. […] .
Solitudine , pazzia, suicidio, miseria, indifferenza sono stati il loro destino. Tipica illustrazione nella musica tedesca: una vita indicibile, creata dalla sofferenza, e non raccolta, dispersa in gran parte.

Giorgio Colli – La Ragione Errabonda -Adelphi

Pubblicato da : Lorena Melis

Advertisements

Informazioni su lorenamelis

Artista pittore, Poeta,
Questa voce è stata pubblicata in Letteraturafilosofia, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...