Michel Foucalut – Le Parole e le Cose –

Sapere consiste dunque nel riferire linguaggio a linguaggio.Nel restituire la grande distesa uniforme delle parole e delle cose. Nel far parlare tutto. Cioé nel far conoscere al di sopra di tutti i segni, il discorso secondo del commento. Ciò che caratterizza il conoscere non è né il vedere né il dimostrare, ma l’interpretare. Commento della Scrittura, commento degli Antichi, commento di ciò che hanno riferito i viaggiatori, commento delle leggende e delle favole: non si chiede, ad ogni discorso da interpretare, un diritto ad enunciare la verità; non gli si chiede che la possibilità di parlarne. Il linguaggio ha in sé medesimo il suo principio di proliferazione. « Vi è più da fare nell’interpretare le interpretazioni che nell’interpretare le cose; e vi sono più libri sui libri che su ogni altro argomento; non facciamo altro che criticarci a vicenda. » (cit. Michel de Montaigne- Essais 1850, I,II cap. XIII). Non si tratta qui del verbale di fallimento d’una cultura sepolta sotto i prpri monumenti; ma della definizione dell’inevitabile rapporto che il linguaggio del XVI secolo stabiliva con sé stesso. Da un lato, tale rapporto consente un incresparsi all’infinito del linguaggio, il quale non cessa di svilupparsi, di recuperarsi, e di accavallare le sue forme successive. Per la prima volta forse nella cultura occidentale si scopre la dimensione assolutamente aperta d’un linguaggio che non può arrestarsi, dato che, non essendo mai racchiuso in una parola definitiva, enuncerà la propria verità solo in un discorso futuro, interamente volto a dire ciò che avrà detto; questo discorso tuttavia non detiene il potere di sostare in sé, e ciò che dice, viene da esso racchiuso come una promessa affidata in làscito a un altro discorso ancora… Il compito del commento non può essere mai portato a termine.
Michel Foucault – pag. 55 di: Le Parole e le Cose – Edizioni BUR
ore 8,18 di sabato 24 Settembre 2016
Lorena Melis

Informazioni su lorenamelis

Artista pittore, Poeta,
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...